La mozione criminale

Ancora sull’ambiente. Esiste un pianeta in quest’angolo dell’universo, che noi chiamiamo Venere: questo pianeta ha la particolarità di essere una serra ambulante. La sua atmosfera è talmente piena di gas responsabili dell’effetto serra che la temperatura al suolo è di quattrocento gradi.

Di recente Marcello Dell’Utri ed altri idioti hanno proposto una mozione che, in pratica, bolla la storia del riscaldamento globale come una cagata pazzesca, per cui continuiamo tranquillamente a fare quello che facciamo, e basta con queste stronzate hippy sull’energia rinnovabile e sul riscaldamento globale.

Qualche fatto: i gas serra esistono, e l’uomo ne produce in quantità (è il caso di dirlo) industriali. Provocano effetto serra? Sì (ovvio).

Il pianeta si sta realmente riscaldando? Sì.

Le due cose sono correlate? Non lo sappiamo. Sappiamo di per certo che da un centinaio di anni la temperatura è aumentata di un grado circa. Dal 1200 abbiamo vissuto una piccola era glaciale, che ci siamo portati dietro fino al Novecento (il 1816 è stato definito “l’anno senza estate”, tale fu il freddo), poi è ricominciato il caldo. È stato un fenomeno naturale o è stata la rivoluzione industriale a causarlo? Non lo sappiamo.1

E queste sono solo alcune delle domande cui non sappiamo dare risposta.

In questi casi, però, caro Marcellino, si deve utilizzare il principio precauzionale: i gas serra potrebbero (e sappiamo di per certo che possono) aggravare un fenomeno naturale di riscaldamento del pianeta. Dunque, per precauzione, è nostro dovere abbattere queste emissioni, poiché ne abbiamo la possibilità e la tecnologia, invece di assistere inerti. Alla fine, grazie all’intervento umano, l’aumento della temperatura potrebbe essere dei “naturali” due gradi, invece che degli “artificiali” tre, che per il pianeta è comunque un’enormità.

Se invece si continuasse sulla linea Dell’Utri, fra cento anni un altro irresponsabile uscirà fuori e dirà “ma dai, su, negli ultimi cento anni la temperatura è aumentata di un solo grado”, fra duecento un altro coglione dirà la stessa cosa, e così via. Finché l’aumento non sarà di dieci, venti gradi: si arriverà ad un punto in cui non si potrà tornare indietro, e la Terra sarà destinata a diventare come il nostro vicino di casa, Venere. Ah, dimenticavo: noi non sappiamo dov’è questo punto di non ritorno, né se l’abbiamo già superato.

La questione quindi è se intervenire, visto che possiamo farlo, o aspettare e vedere se l’Italia diventerà una succursale del Sahara. E si ricordi, la sua amata Sicilia, caro Dell’Utri, sarà la prima vittima della sua irresponsabilità.

  1. Ho qui un bell’opuscolo dell’ENEA, che scrive che le oscillazioni naturali del clima, per quanto piccole, non sono da prendere sotto gamba: il clima arido avrebbe indebolito l’impero romano, e i popoli asiatici, a causa del freddo, qualche secolo dopo, cominciarono a far pressione sui germani, sui “barbari”, e dunque sui confini dell’impero, dando a Roma il colpo di grazia. []
Se l’articolo ti è piaciuto, puoi incoraggiarmi a scrivere ancora con una donazione, anche piccolissima. Grazie mille in ogni caso per essere arrivato fin quaggiù! Dona con Paypal oppure con Bitcoin (3HwQa8da3UAkidJJsLRfWNTDSncvMHbZt9).

4 Comments

  1. Di che stupirsi, è lo stesso che ha dato a Mangano dell’eroe no? Berlusca loda l’Impregilo (‘sono degli eroi’) e intanto promuove la distruzione delle città sotto un 20% di abbondanza cementizia. Il prossimo eroe sarà GW Bush.

    Poi a proposito della norma prudenziale, perché non ricordare a mr. Dell’Utri, che quando si tratta di processare qualcuno, ‘prudenzialmente’ è chiamato ‘innociente’ fino a condanna definitiva (3° grado)? Eh, non esiste in nessun’altra nazione. In tal caso, la prudenza esiste eccome. Obbligare all’alimentazione la gente in coma e alla morte senza responsabilità i lavoratori nei cantieri, invece, vi riesce benissimo.

    PS ma poi come è andato l’esame? Ti hanno cacciato perché hai visto Report?

  2. Di che stupirsi, è lo stesso che ha dato a Mangano dell’eroe no? Berlusca loda l’Impregilo (‘sono degli eroi’) e intanto promuove la distruzione delle città sotto un 20% di abbondanza cementizia. Il prossimo eroe sarà GW Bush.

    Poi a proposito della norma prudenziale, perché non ricordare a mr. Dell’Utri, che quando si tratta di processare qualcuno, ‘prudenzialmente’ è chiamato ‘innociente’ fino a condanna definitiva (3° grado)? Eh, non esiste in nessun’altra nazione. In tal caso, la prudenza esiste eccome. Obbligare all’alimentazione la gente in coma e alla morte senza responsabilità i lavoratori nei cantieri, invece, vi riesce benissimo.

    PS ma poi come è andato l’esame? Ti hanno cacciato perché hai visto Report?

Comments are closed.