La deficienza artificiale applicata al copyright

Grazie al blocco di Wikipedia un po’ di persone sono venute a sapere di una riforma europea del diritto d’autore che presenta criticità che rischiano di rompere internet come lo conosciamo oggi e di creare seri problemi alla diffusione della conoscenza e del libero pensiero. Oggi, 5 luglio, il Parlamento Europeo deciderà se procedere alla fase…

Prima delusione, poi frustrazione, e poi…

Grillini e populisti hanno sempre avuto problemi con la logica e la dialettica, e questo è probabilmente uno dei motivi del loro successo elettorale. Non avendo avuto bisogno di affrontare i fatti e la realtà, essendo all’opposizione, si sono abituati a dire qualunque cosa, anche la più stupida, respingendo ogni critica dall’alto di una superiorità…

Non vada al governo un partito che non esiste (ancora)

Avevo iniziato a scrivere questo post quattro giorni fa, ma, per fortuna, quanto auspicato qui sotto si è già realizzato per un terzo, con il PD che sembra deciso a starsene all’opposizione. Pubblico ugualmente il post perché restano comunque gli altri due terzi da realizzare: impedire alla generazione (e sub-generazione1 ) di post-comunisti e post-margheriti…

Tranquilli, non ci sarà l’abolizione della legge Fornero

Ritorno dall’oltretomba perché il tema pensioni, come i lettori storici sanno, mi sta molto a cuore e qualcuno ha già buttato la palla in tribuna dopo dieci minuti di campagna elettorale ufficiale.1 Di conseguenza è già il caso di mettere qualche puntino sulle i sulla questione della legge Fornero e della sua “cancellazione”. Non ci…

Donald Trump e gli anticorpi

Nella sua raccolta di articoli Berlusconi e gli anticorpi. Diario di un cittadino indignato 1 . l’economista Paolo Sylos Labini avvertiva delle conseguenze sulla democrazia italiana dell’ascesa di Silvio Berlusconi. Secondo Labini Berlusconi era arrivato al potere perché gli anticorpi che normalmente proteggono il sistema democratico (di cui i giornalisti sono una parte importante) avevano smesso di funzionare bene.…

I mille dollari di Matteo Barack Renzi

All’imbianchino dilettante qui a casa servivano giornali da mettere a terra e ravanando nei mobili ho ritrovato questo la Repubblica del 9 gennaio 2009, che apriva con un’intervista al Matteo Renzi di Chicago, Illinois, era presidente eletto ma non ancora in carica. Interessante notare la parte relativa al mettere nelle tasche delle famiglie 1000 sollari…

Altri sette anni di Berlusconi: 2 euro + spese di spedizione

Dopo aver piazzato due mosse tattiche corrette, Bersani fa il suo inevitabile flop. Poteva andare “big” e proporre Grillo (o comunque uno dei suoi) per palazzo Chigi o mettere in gioco una pedina di elevato valore morale, cui i grillini difficilmente avrebbero potuto dire di no. I grillini si sarebbero squagliati di nuovo e adesso…

Quante risate fra Grillo e Alfano sul Quirinale

Il post di Grillo in cui si vagheggia l’elezione di Minimo D’Alema alla presidenza della Repubblica è una mossa tattica di inarrivabile dilettantismo politico, per cui, dato il digiuno di politica di cui i grillini si fanno vanto, può pure funzionare per far dimenticare lo spappolamento strategico di sabato in Senato. Fatto sta che il…