Pietre miliari del giornalismo italiano /28

Il minimo che possa pensare quando leggo baggianate sui maggiori quotidiani italiani è che i giornalisti pretendono di informare senza prima informarsi. Della roba al limite dell’arroganza. L’alternativa è credere che gli organi di informazione vogliano fare disinformazione. Il che mi crea problemi a radermi. Oggi tocca a Il Sole 24 Ore che in questo…

Le conseguenze delle elezioni anticipate

Da qualche giorno si aggira nelle stanze del Palazzo lo spettro delle elezioni anticipate. L’opposizione debole e gli scandali che coinvolgono Silvio Berlusconi hanno creato spazio, come era prevedibile, all’opposizione interna al Popolo delle Libertà. Berlusconi, in questa situazione, si trova alle corde, e questo spiega sia i violenti attacchi dei suoi giornali e televisioni,…

Un saluto al nostro nuovo direttore e un nuovo scoop

Da Il Giornale in edicola il 18 brumaio di un certo anno: Vorrei innanzitutto esprimere tutta la mia felicità per il ritorno di Vittorio Feltri nella redazione del nostro amato Giornale. Senza nulla togliere a Mario Giordano, ma, insomma, negli ultimi tempi ci stavamo davvero rammollendo: il Giornale, vista la crisi autoritaria che sta vivendo…

Come perdere milioni di voti in pochi giorni

Il Partito Democratico, in risposta alla candidatura di Beppe Grillo alla segreteria nazionale, ha risposto in due modi: dapprima è stato attaccato dall’apparato in vario modo, salvo l’unico razionale: è troppo tardi per iscriversi e candidarsi. Il motivo? Per me si sono cagati sotto e hanno parlato senza pensare. In secondo luogo la Commissione di…

Beppe Grillo si candida alla segreteria del PD: opinioni a caldo

La notizia è di quelle che ti fanno sobbalzare dalla sedia: Beppe Grillo ha annunciato sul suo blog che si candiderà alla segreteria del Partito Democratico. Il suo programma sarà quello dei Comuni a Cinque Stelle (o carta di Firenze) che hanno avuto relativamente un buon risultato alle scorse amministrative. Escludiamo un attimo che sia…

Il referendum non è solo bipartitismo, è anche fine delle candidature multiple: andate a votare almeno la scheda VERDE

Sono sconvolto da come tanti partiti (a cominciare dall’Italia dei Valori – che delusione) stiano pensando solo ai primi due referendum, dimenticando completamente il terzo, il più condivisibile di tutti, da tutti, qualunque sia il colore politico: l’abolizione delle candidature multiple. Oggi, grazie al meccanismo che si cerca di abolire, non solo non scegliamo nulla…

Raffronto elezioni europee 2009 e politiche 2008

Riporto di seguito una tabella che mette a confronto i risultati delle principali forze politiche italiane nelle elezioni europee 2009 e nelle elezioni politiche 2008. Per quanto non risulti percepito, i partiti di governo (leggermente allargati) perdono più delle opposizioni di centrosinistra. Dai due poli fuoriesce il 2,56%, che viene intercettato dall’Udc per lo 0,89…

Elezioni europee 2009, analisi: arginato Berlusconi, il PD resiste ma cala, buoni Lega e Idv

Emergono due considerazioni divertenti da questo voto: la prima è che il bello del proporzionale è che tutti possono, per motivi vari, cantare vittoria. Il PD per avere resistito, la Lega per avere raggiunto il 10%, l’Italia dei Valori per avere raddoppiato i voti del 2008 e quadruplicato quelli del 2004. La seconda è che…

Arriva la svolta: sparisce il nome Di Pietro dal simbolo dell’Italia dei Valori

Ne parlavamo proprio ieri su queste pagine e io non ho dato “per protesta” la mia preferenza ad Antonio Di Pietro; ma Tonino ci sorprende: il suo nome sparirà dal simbolo del partito da lui fondato per fare i suoi primi passi da solo. Se si dovessero confermare i dati del momento (Italia dei Valori…