Pietre miliari del giornalismo italiano [per una volta senza ironia]

Dopo 50 dico 50 (sarebbero 500, ma poi ho preferito perdere tempo a scrivere cose più serie) pietre miliari in cui mi incazzavo per la scarsa professionalità dei giornalisti italiani, riapro la rubrica sperando che segni davvero una pietra miliare per la professione. Un applauso a Laura Longo, che da quanto posso capire è una…

Berlusconi è messo peggio di Prodi

Mi par d’intendere che Berlusconi punti a cercare la fiducia sia al Senato che alla Camera, in modo tale da costringere Napolitano a scioglierne solo una (la Camera, dove Berlusconi non ha più la maggioranza). La legge elettorale Calderoli-Porcellum1 prevede che alla Camera vi sia una maggioranza stratosferica, un quantità di deputati tale che un…

Pietre miliari del giornalismo italiano /32

Qualcuno stamattina ha avuto un incontro ravvicinato con un lampione. Per la cronaca Nicola Cosentino, sottosegretario del governo di Silvio Berlusconi con delega al CIPE, coordinatore regionale del PdL Campania e candidato per candidarsi come governatore della stessa, è parlamentare in odore di camorra alla Camera dei Deputati. Il Senato c’entra una cippa in tutto…

Informazione scorretta sul referendum, una precisazione

Ho seguito, negli ultimi giorni, due servizi sul referendum elettorale in onda sul TG1, sul TG2 e addirittura su TG Parlamento. Tre servizi incorretti, da precisare per evitare equivoci. Il messaggio che è passato è che i primi due referendum (scheda viola e scheda beige) comporteranno i medesimi effetti sia alla Camera che al Senato,…

Contra YouTube

Angelino “Jolie” Alfano ha affermato che «appena troveremo un modo per farlo, interverremo su YouTube». allegria Innanzitutto, YouTube è già soggetto alle leggi. Inoltre esiste l’autogoverno degli utenti, che possono segnalare video inappropriati che verranno rimossi (in caso di pornografia, ad esempio) o resi visibili solo ai maggiorenni attraverso la registrazione al sito (nel caso…