Mario Giordano e Bruno Vespa, senza ritegno

Al TG4 Mario Giordano, direttore del quotidiano berlusconiano Il Giornale, sta ricostruendo le sentenze attorno al caso Englaro dicendo il contrario di ciò che è la realtà, com’è ottimo costume suo, del suo giornale e di Emilio Fede.

Ha detto che non si è trattato di una sentenza, bensì di un decreto (falso, al massimo il decreto è susseguente alla sentenza).

Ha detto che la volontà della donna non era chiara (falso, la volontà era tanto chiara che nell’ultimo ricorso alla Cassazione non è stata neppure sollevata tale questione).

Poi ho cambiato canale per non vomitare.

Su RaiUno Bruno Vespa ha cominciato subito con il complotto: «Hanno chiesto l’esame tossicologico, perché?»1 . Poi ha dato il comunicato dell’anatema di Barragan (“Dio perdoni lo ha permesso”). Infine la sottosegretario Roccella tentava di farsi venire le lacrime (no, non ce l’ha fatta). Per l’opposizione ci sono Castegnetti e la Turco, due cattolici (anche se credo con opinioni diverse sull’argomento). Ci fosse stato anche un radicale (o un liberale, è lo stesso), sarebbe stato meglio, ma evidentemente avrebbe introdotto l’odioso argomento della libertà di scelta del malato, come ha fatto la Bonino a TV7 venerdì (la quale, per la cronaca, aveva demolito la Roccella con argomentazioni credo sacrosante). Poi Vespa comincia a montare un altro caso che (dice lui) è simile a quello della donna. Perché dopo Cogne, abbiamo avuto Garlasco, Perugia, eccetera.

Sia chiaro, secondo me, questi avvoltoi stanno divorando un cadavere. Vorrei che il caso Englaro fosse lo spunto, non l’argomento.

  1. Introduce il tarlo del dubbio che la donna sia stata avvelenata, così che Il giornale, il Foglio e qualcun altro possa ricamarci sopra, in attesa che tale esame venga fatto e i risultati resi noti. []
Se l’articolo ti è piaciuto, puoi incoraggiarmi a scrivere ancora con una donazione, anche piccolissima. Grazie mille in ogni caso per essere arrivato fin quaggiù! Dona con Paypal oppure con Bitcoin (3HwQa8da3UAkidJJsLRfWNTDSncvMHbZt9).

18 Comments

  1. Sono solo degli AVVOLTOI.
    Neppure in queste ore hanno la decenza di stare ZITTI!!!
    Al di quà ed al di là del Tevere ormai sono peggio dei Talebani integralisti.

  2. Sono solo degli AVVOLTOI.
    Neppure in queste ore hanno la decenza di stare ZITTI!!!
    Al di quà ed al di là del Tevere ormai sono peggio dei Talebani integralisti.

  3. oltre allo sciaccallaggio, alla mancanza di ritegno e di rispetto, tanti nostri difensori delle “radici cristiane” si dimenticano di rispettare il comandamento evangelico “non giudicate e non sarete giudicati”.
    Si è cristiani solo quando ci è comodo….

  4. oltre allo sciaccallaggio, alla mancanza di ritegno e di rispetto, tanti nostri difensori delle “radici cristiane” si dimenticano di rispettare il comandamento evangelico “non giudicate e non sarete giudicati”.
    Si è cristiani solo quando ci è comodo….

  5. Sono tutti dei vampiri macinano discorsi su discorsi
    ma anche i signori clericali cosa ne sanno delle sofferenze x un figlio?L’ hai vista l’intervista che le IENE fecero al congresso dei prelati pedofili?Ecco da li’ si capisce che RAZZA sono, ilVATICANO con tutte le sue ricchezze farebbe meglio a levare la fame nel mondo e loro levarsi tutto il lusso che si portano addosso .

  6. Sono tutti dei vampiri macinano discorsi su discorsi
    ma anche i signori clericali cosa ne sanno delle sofferenze x un figlio?L’ hai vista l’intervista che le IENE fecero al congresso dei prelati pedofili?Ecco da li’ si capisce che RAZZA sono, ilVATICANO con tutte le sue ricchezze farebbe meglio a levare la fame nel mondo e loro levarsi tutto il lusso che si portano addosso .

  7. @dada: Sì, l’ho vista e ho pensato che più che a risolvere una questione profonda, la chiesa voglia salvaguardare la propria immagine (a questo serve la non-denuncia alle autorità).

    D’altro canto, BXVI ci ha ben dimostrato che col marketing ci sa fare.

  8. @dada: Sì, l’ho vista e ho pensato che più che a risolvere una questione profonda, la chiesa voglia salvaguardare la propria immagine (a questo serve la non-denuncia alle autorità).

    D’altro canto, BXVI ci ha ben dimostrato che col marketing ci sa fare.

  9. compagni siete voi che mi fate vomitare.siete stati sempre gente falsa ed opportunista.ma andate tutti in siberia una volta per tutte.La englaro è stata uccisa
    e spero che il rimorso divori Peppino e faccia la fine di Giuda Iscariota:impiccato insieme a Napolitano ed i suoi amici di sinistra.merd…………

  10. compagni siete voi che mi fate vomitare.siete stati sempre gente falsa ed opportunista.ma andate tutti in siberia una volta per tutte.La englaro è stata uccisa
    e spero che il rimorso divori Peppino e faccia la fine di Giuda Iscariota:impiccato insieme a Napolitano ed i suoi amici di sinistra.merd…………

  11. Noto con piacere che a volte ,qualche intervento viene postato da persone un po’ bizzarre.Vedi “er più”il quale sputa sentenze al curaro,come sono gentili e caritatevoli simili personaggi.Sono in grado solo e unicamente di usare un linguaggio “raffinato e forbito” ricco di offese.Il problema secondo me nasce dalla scarsa capacità di confrontarsi con i propri simili.

  12. Noto con piacere che a volte ,qualche intervento viene postato da persone un po’ bizzarre.Vedi “er più”il quale sputa sentenze al curaro,come sono gentili e caritatevoli simili personaggi.Sono in grado solo e unicamente di usare un linguaggio “raffinato e forbito” ricco di offese.Il problema secondo me nasce dalla scarsa capacità di confrontarsi con i propri simili.

  13. @er più: Sono spiacente che una questione di libertà sia per te una questione di “comunismo”. La storia, purtroppo per te, ha insegnato il contrario.

    Il comunismo c’entra come i cavoli a merenda in questa questione: è una battaglia fra la libertà di scegliere e una chiesa che vuole imporre il suo modo di vedere il mondo.

  14. @er più: Sono spiacente che una questione di libertà sia per te una questione di “comunismo”. La storia, purtroppo per te, ha insegnato il contrario.

    Il comunismo c’entra come i cavoli a merenda in questa questione: è una battaglia fra la libertà di scegliere e una chiesa che vuole imporre il suo modo di vedere il mondo.

Comments are closed.