Sembra Claudio Brachino e Studio Aperto

Gli scoop giornalistici di Claudio Brachino (quello che ha scoperto la sconvolgente verità sui calzini di un giudice e l’ha usata come prova dell’antipatia di questi verso Silvio Berlusconi) e di Studio Aperto (che… non ne parliamo) in realtà sono stati copiati da questa antica, venerata e attendibilissima trasmissione di un decennio e passa fa.…

Pietre miliari del giornalismo italiano /23

Per chi ancora avesse fiducia in Studio Aperto, per chi ancora crede alle notizie che dà, Paolo Attivissimo fornisce le prove – questa volta depoliticizzate, visive, prese dalla tv stessa, tra l’altro dalle tv del premier, quelle che sicuramente “non cambiano le parole“1, così qualcuno non potrà dire che siamo comunisti manipolatori – che questo…

Un saluto al nostro nuovo direttore e un nuovo scoop

Da Il Giornale in edicola il 18 brumaio di un certo anno: Vorrei innanzitutto esprimere tutta la mia felicità per il ritorno di Vittorio Feltri nella redazione del nostro amato Giornale. Senza nulla togliere a Mario Giordano, ma, insomma, negli ultimi tempi ci stavamo davvero rammollendo: il Giornale, vista la crisi autoritaria che sta vivendo…

All’inseguimento del consenso (a costo di sfasciare il Paese)

Normalmente, in un Paese civile, prima delle elezioni ci si muove cauti per non perdere consensi, anzi, si tenta di usare la spesa pubblica a fini elettorali (lo faceva Bottino Craxi, ad esempio, con le conseguenze che subiamo ancor oggi e che subiremo per decenni), dopo le elezioni si attua il programma, anche se questo…

Silvio contro tutti

Da Il Giornale in edicola il giorno dopo il discorso di Berlusconi alle Camere: Il presidente del Consiglio, il sempre più amato Silvio Berlusconi, si è presentato ieri alla Camera per riferire della vicenda Mills. Secondo i giudici comunisti di Milano (che il premier aveva ricusato perché avevano detto qualcosa contro di lui – come…

Refusi

Mi viene segnalato un comunicato stampa dell’ambasciata giapponese in Italia. Il 30 aprile Il Giornale pubblica l’articolo dal titolo “Lambertow premiato dai giapponesi”, a firma della “redazione”. Il “Lambertow” altri non è che Lamberto Dini. Colui che nel giro di un anno è passato dal PD al PD-con-la-L grazie al LD (non è un gioco…