Class action rimandata, evasione in aumento del 30%: ecco il governo a difesa del consumatore e del contribuente

Due notizie degli ultimi giorni sono veramente simpatiche, soprattutto per la tendenza che esse evidenziano. La prima è l‘ennesimo rinvio della class action: prevista dalla finanziaria 2007 (governo Prodi), doveva partire il primo luglio 2008, che piacesse o meno a Confindustria; poi al governo ci va Berlusconi, Confindustria ricorda di essere incazzata e si rimanda…

Marcegaglia morde e fugge: altro che 2013, concluso l’accordo con AirFrance venderà le sue quote CAI

Ricordate che i soci della Compagnia Aerea Italiana (CAI) avrebbero dovuto avere l’obbligo di non vendere le proprie azioni prima del 2013? E ricordate che Report (nella persona di Milena Gabanelli) smentì il presidente di CAI Colaninno, mostrandogli che nello statuto CAI “stranamente” non c’era alcun accenno a tale obbligo, con tanto di Colaninno che…

L’ultima novità nella politica italiana

Vi ricordate Massimo D’Alema? Qualcuno lo chiama Baffetto o Baffo di Ferro. Bene, questo signore è stato presidente del Consiglio italiano (in due governi, i D’Alema I e II – sperando sia l’ultimo) dal 21 ottobre 1998 al 25 aprile 2000. Ebbene, Massimo D’Alema è stato l’ultimo presidente del Consiglio che sia stato una novità.…

Il miraggio del cambiamento: la speranza italiana in via di estinzione

Qualche sera fa si parlava dell’Italia di ieri e di oggi e delle meraviglie (politiche) degli USA. Discutendo di se era meglio morire democristiani o “forzitaliani”1, alla fine non sono riuscito a trattenere un «a questo punto, era meglio non nascere affatto». Un sintesi «brutta, ma efficace». Una volta c’era la DC e le opposizioni…

Levi ci riprova: riproposta la legge che burocratizza la rete

Fra le cose di cui non avrei sentito la mancanza dopo la caduta del governo Prodi II era il disegno di legge Levi-Prodi, che si riproponeva di ingabbiare internet in una nuova rete burocratica e per mettere una nuova spada di Damocle sulla testa di tutti coloro che osano scrivere su internet. All’epoca vi furono…

Spendiamo un sacco di soldi per la Pubblica Amministrazione e Brunetta non può farci nulla

Spenderò due parole due per parlare della recente indagine della CGIA di Mestre, che ha fatto i conti in tasca alle pubbliche amministrazioni europee, per scoprire quanto paghiamo per avere certi servizi. Alla fine la morale della favola è che Brunetta potrà cacciare tutti i conigli dal cilindro che vuole, ma non riuscirà a fare…

Niente da dichiarare?

Grazie alla pubblicazione delle intercettazioni a carico di Prodi, giornale che fa capo al gruppo Mondadori, di proprietà della Fininvest ovvero di Silvio Berlusconi, ritorna in auge il problema intercettazioni. Giusto in tempo per la ripresa dei lavori in Parlamento. Una volta il nostro Silvio parlava di giustizia a orologeria: oggi potremmo parlare di giornalismo…