Non abbassare la guardia: approvata al Senato una legge per censurare la rete

Si parla del caso Englaro, ma non è il caso di soffermarsi solo su questo e dimenticare il resto, perché il Governo e il Parlamento stanno preparando in questi giorni molte altre misure che ci toccano da vicino. Abbiamo già visto l’emendamento che rischia di far diventare l’Italia un Paese infetto, oggi si parla di…

Pregi del mercato (quando i soldi non c’entrano o quasi)

Il bello della libera concorrenza è che ci sono un sacco di soggetti, quindi se a uno non piace un prodotto, può andare da un’altra parte. Estendendo fuori dal campo economico, uno può fare quello che vuole, basta che rispetti la legge. Questo collegamento non è un caso: il libero mercato, direbbe Marx, è la…

Un libero in meno

Avevo sentito di un giovane morto folgorato ad Agrigento, ho pensato ad un “normale” morto sul lavoro e non ho approfondito. Poi ho scoperto che si trattava di Giuseppe Gatì, balzato qualche tempo fa agli onori delle cronache (e alla mia attenzione) per una contestazione a Vittorio Sgarbi, durante la quale ricordava che quest’ultimo era…

Il miraggio del cambiamento: la speranza italiana in via di estinzione

Qualche sera fa si parlava dell’Italia di ieri e di oggi e delle meraviglie (politiche) degli USA. Discutendo di se era meglio morire democristiani o “forzitaliani”1, alla fine non sono riuscito a trattenere un «a questo punto, era meglio non nascere affatto». Un sintesi «brutta, ma efficace». Una volta c’era la DC e le opposizioni…

Il governo degli imputati, dei condannati e dei camorristi: cosa dice la fedina penale dei nostri ministri

Ai guasti di un pericoloso sgretolamento della volontà generale, al naufragio della coscienza civica nella perdita del senso del diritto, ultimo, estremo baluardo della questione morale, è dovere della collettività resistere, resistere, resistere come su una irrinunciabile linea del Piave. Con queste parole il 12 gennaio 2002 Francesco Saverio Borrelli, allora a capo della Corte…

Italia, Internet e Ignoranza – parte I

Esistono molti utenti italiani che ogni giorno si connettono alla rete, leggono giornali e blog, guardano video e talvolta pubblicano contenuti. Internet si sta evolvendo molto velocemente, e se una volta bisognava essere un tantino esperto per immettere qualcosa da far conoscere al mondo, oggi occorrono pochi secondi per scrivere un post su un blog,…

Informazione e referendum: necessità e inutilità

Come ben sappiamo, il 25 aprile scorso Beppe Grillo ha lanciato una raccolta firme volta alla proposizione di tre referendum abrogativi, riguardanti tre leggi sull’informazione. Da più parti sono stato accusato di essere un grillino (seguace di Grillo), e i più delle volte queste accuse mi sono state rivolte da cosiddetti Berluscones (ovvero persone che…