Primarie democratiche e fasciste

Ad Annozero, fra gli altri, c’era un esponente del Partito Democratico, tal Giorgio Tonini, che parlando di democrazia interna ai partiti, sbandierava il fatto che il PD faceva primarie ovunque per decidere le cariche monocratiche (sindaci, governatori e similari) e diceva, parafrasando, che non c’è partito più democratico del Partito Democratico. Io sono stato di…

Il miraggio del cambiamento: la speranza italiana in via di estinzione

Qualche sera fa si parlava dell’Italia di ieri e di oggi e delle meraviglie (politiche) degli USA. Discutendo di se era meglio morire democristiani o “forzitaliani”1, alla fine non sono riuscito a trattenere un «a questo punto, era meglio non nascere affatto». Un sintesi «brutta, ma efficace». Una volta c’era la DC e le opposizioni…

Carta canta: senza parole

25 aprile 1995: «La celebrazione nazionale del cinquantenario della Liberazione prevista per oggi ha avuto una vigilia polemica: Silvio Berlusconi, invitato da Formentini come leader di Forza Italia, aveva manifestato l’ intenzione di essere sul palco con Scalfaro. Bossi ha subito parlato di “affronto alla democrazia”, mentre Rifondazione denunciava la “strumentalizzazione” da parte di Forza…