Pietre miliari del giornalismo italiano /51

Non volevo più fare articoli sulle pietre miliari, ma mi viene troppo da ridere e da piangere. Questa roba è comparsa nel feed di Milano Finanza, articolo evidentemente tradotto dalla stampa estera con una precisione che neanche Giornalettismo (che traduce regolarmente in modo ridicolo: una volta glielo facevo pure notare, poi mi sono scocciato).

Ci sono due errori degni di nota, uno apocalittico, l’altro semplicemente sciocco.

Il titolo dell’articolo è “Giappone, democratici in vantaggio in vista voto”. La prima frase è “Il partito democratico giapponese (Ldp) è in vantaggio”. Peccato che la sigla indichi il partito LIBERALdemocratico attualmente all’opposizione, e in vantaggio in tutti i sondaggi, e da una vita. Se avanti fosse il Partito Democratico Giapponese (la cui sigla è DPJ), attualmente al potere, la notizia sarebbe esplosiva (e infatti sono saltato sulla sedia). Ma non è così.

MF, inoltre, sottolinea che il LDP sarebbe al 22%, percentuale che mi sembra bassina. E infatti secondo Reuters (fonte secondo me più autorevole) sarebbe al 25%.

Che infine si tratti di un articolo di terza mano (ovvero la traduzione di una traduzione), capito male e tradotto peggio, lo notiamo quando leggiamo che il partito Japan Restoration è stato fondato da “Osaka Mayor Toru Hashimoto”, come se quello fosse il nome completo della persona. Come avrete intuito (se avete un inglese di livello basilare, o se avete visto i Simpson) il JRP sia stato fondato da Toru Hashimoto, il sindaco (Mayor) di Osaka.