Schiaffi morali

Rispetto all’Italia, il mondo sembra andare alla rovescia. Dopo le dimissioni di molti politici inglesi per avere gonfiato i rimborsi, dopo il ministro dell’Economia portoghese che si dimette per aver fatto le corna in Parlamento (altro che mortadella), dopo che l’Iran ha condannato l’Italia per avere represso con la forza le manifestazioni contro il G8 de L’Aquila e addirittura l’interferenza di Silvio Berlusconi nei confronti dei media, un esponente del governo golpista dello Honduras viene dimesso per avere chiamato Barack Obama “negretto” (anche se poi è stato spostato in un altro dicastero, era ormai ovvio che non avrebbe fatto granché in politica estera…).

E noi abbiamo criminali eletti in Parlamento e nominati a vari livelli di governo per meriti giudiziari. Questi sì che sono schiaffi morali.

clipped from www.corriere.it

Honduras: si dimette ministro Esteri, aveva chiamato Obama “negretto”

TEGUCIGALPA – Si e’ dimesso il ministro degli Esteri del governo golpista dell’Honduras, Enrique Ortez Colindres, che aveva definito il presidente americano Barack Obama ”negretto”. Lo ha annunciato il nuovo presidente dell’Honduras, Roberto Micheletti, che il 28 giugno ha destituito con la forza il presidente Manuel Zelaya. Micheletti ha offerto pero’ a Ortez, dopo le sue dimissioni, la carica di ministro della Giustizia. (Agr)

blog it