Ogni giorno di più Berlusconi sovverte lo Stato

Chiamiamo le cose col loro nome: Berlusconi si sta preparando a sovvertire lo scheletro costituzionale del nostro Paese. Ci stiamo preparando a cancellare tutte le garanzie che i padri costituenti inserirono nella nostra Costituzione per evitare il ritorno di Mussolini.

Le parole di Berlusconi che giungono da Cagliari sono preoccupanti:

La decretazione d’urgenza spetta all’esecutivo, senno’ uno va a casa

Vero, ma ciò non toglie che l’esecutivo possa avere un potere assoluto: se una legge non costituzionale fosse immediatamente applicabile, senza il vaglio di nessuno, Parlamento compreso, siamo arrivati alla dittatura dell’esecutivo. Il Governo comanderebbe senza controllo. Come durante il fascismo. È per questo che la Costituzione prevede la controfirma del Capo dello Stato: per evitare che leggi non costituzionali entrino in vigore senza controllo.

Potrebbe sopprimere, introdurre divieti e altro senza neppure un minimo vaglio costituzionale. Potrebbe, per almeno due mesi, sospendere le libertà, la nostra libertà, senza che nessuno possa dirgli nulla. E con un Parlamento che gli ubbidisce, dovremmo aspettare che la Corte Costituzionale si pronunci. E per quanto tempo dovremmo rinunciare alla nostra libertà?

È questo ciò che Berlusconi vuole fare? Mi sembra proprio di sì.

Occorrera’ vedere se dovremo arrivare a quelle riforme della Costituzione che sono necessarie perche’ la Carta e’ una legge fatta molti anni fa sotto l’influenza della fine di una dittatura e con la presenza al tavolo di forze ideologizzate che hanno guardato alla Costituzione russa come a un modello da cui prendere molte indicazioni

Questa è una falsità enorme: la Costituzione rappresenta il punto d’incontro di una miriade di visioni del mondo, non solo di quella comunista (tanto è vero che si riconosce la Chiesa al suo interno, altro che comunismo).

E il suo punto di forza è proprio il fatto di nascere da una dittatura: all’epoca i padri costituenti fecero di tutto per porre limiti ai poteri, per evitare che l’Italia ricadesse nel fascismo e nella dittatura.

Affermando di voler togliere questi limiti, Berlusconi sta tentando di farci ricadere nella stessa trappola, per permettere il ritorno del fascismo.

  • SM

    Qui siamo arrivati davvero al baratro ‘definitivo’. Tra un pò avremo i linciaggi in pubblica piazza (ma per chi fa incidenti da ubriaco-drogato, spiace dirlo, non mi dispiace, tanto l’alternativa è un paio d’anni con la condizionale, capirai che giustizia), le bombolette al peperoncino sono approvate anche dal droghiere, si limita il PM a sentire le notizie della polizia che fa indagini (ma su chi e con che mezzi?). Insomma è un casino. E su tutto, e ti posso assicurare funziona, c’é il caso Englaro. Perché tanta gente è scesa in piazza oggi, quando non l’hanno fatto per Gaza, per la legge sulla riforma della giustizia, e per tante altre cosette? Perché Napolitano ha trovato il ‘coraggio’ per dire no una volta tanto ad un decreto che ha un impatto così così nella vita dell’italiano medio, mentre ha firmato il Lodo Alfano e prossimamente quello Consolo? La risposta, credo, l’ha detta bene sia Grillo che Travaglio nel blog voglioscendere.it: tutto fumo negli occhi. Devo ricordarmi di fare una pagina su ‘books in cui parlo di cortine fumogene. magari a qualcuno si accende una lampadina in capo.
    ***
    Cmq, oramai siamo davvero alla dittatura, non ci sono dubbi. Ma il Pd? Anche oggi Veltroni ha ribadito che Di Pietro ha ‘esagerato’. Bersani tra un pò gli fa le scarpe anche se è brutto guasto, magari meglio Soru se tanto lo trombassero in Sardegna. Il famoso referendum a cui si era impegnato il Pd per ora non si vede (sulla riforma Gelmini). Chissà perché di Pietro ha già portato i pacchi di firme per il suo.
    ***
    Altra cosa, per l’Italia si prevede un 2,1% in meno di PIL per il 2009 e se va bene, una leggera crescita per il 2010. Ma abbiamo Tremorti che continua a dirci che sta andando tutto bene no? Siamo ‘più folti devli altvi Paesi’ e ci consoleremo vendendo pizza e Ferrari a tutto il mondo, Burkina Faso compreso. Questa sarebbe un’idea: aiuti rottamazione, Governo approva sovvenzioni per un miliardo di Ferrari.
    ***
    In Francia però sono più avanti. Mentre quel paraculo di Fazio faceva lo svenutello con la Bruni, intanto l’Università francese sciopera ad oltranza (mica come da noi, 2 ore, 4 ore poi tutti a casa) contro Sarkò. La Bruni dice che suo marito fa solo cose per il bene del mondo e della Francia (è il Berlusconi della situazione), Fazio non obietta ma per lui qualche giorno dopo lo fanno qualche milione di francesi con uno sciopero generale. Che bella ‘informazione plastificata no? Va tutto benissimo nel nostro pianeta, almeno visto da Antares.

  • SM

    Qui siamo arrivati davvero al baratro ‘definitivo’. Tra un pò avremo i linciaggi in pubblica piazza (ma per chi fa incidenti da ubriaco-drogato, spiace dirlo, non mi dispiace, tanto l’alternativa è un paio d’anni con la condizionale, capirai che giustizia), le bombolette al peperoncino sono approvate anche dal droghiere, si limita il PM a sentire le notizie della polizia che fa indagini (ma su chi e con che mezzi?). Insomma è un casino. E su tutto, e ti posso assicurare funziona, c’é il caso Englaro. Perché tanta gente è scesa in piazza oggi, quando non l’hanno fatto per Gaza, per la legge sulla riforma della giustizia, e per tante altre cosette? Perché Napolitano ha trovato il ‘coraggio’ per dire no una volta tanto ad un decreto che ha un impatto così così nella vita dell’italiano medio, mentre ha firmato il Lodo Alfano e prossimamente quello Consolo? La risposta, credo, l’ha detta bene sia Grillo che Travaglio nel blog voglioscendere.it: tutto fumo negli occhi. Devo ricordarmi di fare una pagina su ‘books in cui parlo di cortine fumogene. magari a qualcuno si accende una lampadina in capo.
    ***
    Cmq, oramai siamo davvero alla dittatura, non ci sono dubbi. Ma il Pd? Anche oggi Veltroni ha ribadito che Di Pietro ha ‘esagerato’. Bersani tra un pò gli fa le scarpe anche se è brutto guasto, magari meglio Soru se tanto lo trombassero in Sardegna. Il famoso referendum a cui si era impegnato il Pd per ora non si vede (sulla riforma Gelmini). Chissà perché di Pietro ha già portato i pacchi di firme per il suo.
    ***
    Altra cosa, per l’Italia si prevede un 2,1% in meno di PIL per il 2009 e se va bene, una leggera crescita per il 2010. Ma abbiamo Tremorti che continua a dirci che sta andando tutto bene no? Siamo ‘più folti devli altvi Paesi’ e ci consoleremo vendendo pizza e Ferrari a tutto il mondo, Burkina Faso compreso. Questa sarebbe un’idea: aiuti rottamazione, Governo approva sovvenzioni per un miliardo di Ferrari.
    ***
    In Francia però sono più avanti. Mentre quel paraculo di Fazio faceva lo svenutello con la Bruni, intanto l’Università francese sciopera ad oltranza (mica come da noi, 2 ore, 4 ore poi tutti a casa) contro Sarkò. La Bruni dice che suo marito fa solo cose per il bene del mondo e della Francia (è il Berlusconi della situazione), Fazio non obietta ma per lui qualche giorno dopo lo fanno qualche milione di francesi con uno sciopero generale. Che bella ‘informazione plastificata no? Va tutto benissimo nel nostro pianeta, almeno visto da Antares.

  • geppage

    Oggi E. Scalfari ha scritto un fondo di una lucidità incredibile.Ogni parola era una pugnalata al cuore.Spesso mi capita di leggere alcuni interventi in giro,mi cadono le braccia per le stupidita’ che mi ritrovo a leggere.Mi auguro che questa volta qualcosa possa cambiare.Speriamo che Napolitano si comporti come Scalfaro.

  • geppage

    Oggi E. Scalfari ha scritto un fondo di una lucidità incredibile.Ogni parola era una pugnalata al cuore.Spesso mi capita di leggere alcuni interventi in giro,mi cadono le braccia per le stupidita’ che mi ritrovo a leggere.Mi auguro che questa volta qualcosa possa cambiare.Speriamo che Napolitano si comporti come Scalfaro.